7 Aiutanti/comportamenti

Heather (calluna vulgaris)

Brugo

“Per quelli che sono sempre alla ricerca di qualcuno che possa tenere loro compagnia, perché hanno bisogno di parlare dei loro affari con gli altri, qualunque possa essere l’argomento.

Sono molto infelici quando restano soli per un certo tempo”.

E.BACH

Heather è il brugo, una pianta della famiglia delle ericacee da non confondere con l’erica dai fiori rossi. Cresce sulle pianure aride, nelle paludi e sui suoli poveri di sostanze minerali, dando origine alle “brughiere” tipiche delle lande desolate e dei grandi spazi vuoti.

Arbusto nano può raggiungere anche il metro di altezza e può vivere fino a 45 anni. Cresce in posti difficili dove poche piante riescono ad attecchire in completa solitudine, inoltre rende il suolo dove cresce ancora più acido, impedendo ad altre piante di crescerle accanto. Una pianta molto popolare abituata ad essere in compagnia di insetti e api che emettono un costante rumore. Non passa inosservata a causa dei suoi fiori coloriti e appariscenti di colore violetto, lilla e talvolta bianchi. Tende a coprire le piante che crescono sotto di lei, la pianta dunque possiede due aspetti opposti e complementari della solitudine: non può sopravvivere alla solitudine, ma rende al tempo stesso difficile starle vicino. Il brugo non può prosperare in un terreno dove ci sia troppa acqua e quindi deve creare aridità intorno a sé, si propaga molto velocemente e invade; quando sono prossime ad altre piante con foglie larghe che assorbono e tramandano maggior quantità di principi aerei, si comportano da “vampiri energetici”. Fiorisce tra giugno e settembre. Anche il termine aridità può essere studiato in relazione a Heather secondo due aspetti: l’aridità interiore di cui soffre il soggetto e l’aridità che egli crea intorno a sé per il fatto di allontanare la gente soffocandola e avvelenandola con i suoi problemi personali. Il continuo parlare diventa una forma di conferma della propria esistenza.
Piuttosto egocentrico e comportandosi come un “vampiro energetico” assorbe continuamente l’energia dell’interlocutore fino a lasciarlo stremato per il suo bisogno di affetto e di nutrimento spirituale. Si concentra solo su stesso e per questo gli risulta difficile ascoltare, e quando raramente lo fa, dimentica quasi subito quello che gli è stato detto.
“Io, io, io …. “ è il suo pronome preferito. Esiste anche la persona Heather introversa ed è ben diversa dalla tipologia fin qui descritta, in questo secondo caso si tratta di un soggetto abbastanza taciturno che, pur avendo in comune con l’altro l’egocentrismo e il disinteresse per il prossimo, cerca di riempire il vuoto interiore con i bene materiali. Peculiare dei due tipi è la mancata sazietà e quindi l’incapacità di nutrirsi di ciò che estorto al mondo esterno. L’egocentrismo egoistico è una delle patologie in cui si trova immersa la società occidentale moderna. Heather è la trasformazione da “bambini bisognosi” che vogliono soltanto avere in adulti che sanno anche dare, sviluppando una forte capacità d’immedesimazione, creando un’atmosfera di fiducia e di forza nelle quali gli altri stanno bene. Il “senso di fame” viene appagato e si sosta l’interesse dal proprio ego allo scambio con il mondo esterno, si rimette in moto il circolo energetico che diventa finalmente nutriente raggiungendo l’indipendenza affettiva.

Dal bambino bisognoso….. all’adulto comprensivo.

AZIONE ENERGETICA = Ampliamento…. Amplio il mio spazio e comprendo di essere parte della vita

QUALITA’ PSICHICA = Ascolto… Taccio, e mi dispongo ad ascoltare le voci del mondo.

PRINCIPIO EVOCATO = Empatia… Dal cuore comprendo e partecipo all’esperienza del fratello decido di diventare adulto, di assumermi la responsabilità di ogni aspetto della mia vita e rivolge mie richieste, in primo luogo, a me stesso.

HEATHER NEI BAMBINI Richiesta esclusiva di attenzione da parte dei genitori, parlano ininterrottamente, si immischiano in tuto ciò che fanno gli adulti e urlano come ossessi ogni volta che devono restare soli. Vanitosi, con tendenza a mettersi in mostra per pavoneggiarsi, bisogno di pubblico costante. Poca sensibilità nei confronti degli altri. Pretendono una dedizione assoluta, fanno capricci e pretendono che ogni loro desiderio sia soddisfatto immediatamente. Spesso viziati. Eccessivo desiderio cibo e dolci.

STATO NEGATIVO: egocentrismo – vampirismo energetico – logorroico, cattivo interlocutore – vittimismo, autocommiserazione – paura abbandono – poco servizievole – lamentosi, pianto facile – ingenuo – fame d’attenzione –

STATO POSITIVO: empatia, comprensione – indipendenza affettiva – capacità di ascoltare – senso umorismo – tolleranza – generosità -trasformazione dell’Io –

ANALISI TRANSAZIONALE: Io sono ok – Tu non sei ok ( persecutore )

VAI IN RUBRICHE “VICINI A DISTANZA” E ASCOLTA IL VIDEO MESSAGGIO DI HEATHER !!!

APPLICAZIONE DEL FIORE NEI TRATTAMENTI DEI SINTOMI SECONDO GLI ASPETTI TRANSPERSONALI: Heather ci parla di viscosità, appiccicosità, estensione…. questo fiore porta benefici nell’utilizzo in caso di asma, problemi di vista e udito, insonnia, gonfiori addominali, eruttazioni, dermopatie, bruciature solari, disturbi cardiaci, mal di testa, ipertensione, difficoltà digestive, colon irritabile.